Perchè troppo brevi?

I racconti, questi racconti, nascono da istanti di vita vissuta. Basta osservare, sentire, odorare e toccare. Poi si comincia a scrivere. Questa raccolta si può sentire e toccare; questa raccolta si può osservare o anche solo odorare.
Il tempo è poco e allora arrivano al nocciolo subito. Altrimenti scrivere rischia di diventare un gioco. Invece è vita.
I titoli basterebbero a leggere i racconti, ma con qualche minuto in più si può capire meglio. Capire cosa?
Tutto. Perché ogni racconto, in sé, ha la pretesa di raccogliere tutto il nostro piccolo mondo.