Commenti: Da fondo campo

Il racconto che ho letto si intitola Da fondo campo e racconta la giornata di due fidanzati al cinema.

Lui si chiama Pietro e lei si chiama Sarah.

Ad un certo momento Pietro dice a Sarah che gli esseri umani sbattono le ciglia 19mila volte al giorno e così facendo il mondo scompare e ricompare 19mila volte al giorno. Sarah, stizzita dalle parole di Pietro, gli dà poca importanza e non gli risponde; ma lui, molto convinto delle sue parole, continua a stressarla con questa notizia.

Nel momento in cui Sarah perde la pazienza, gli dice di smetterla con questi ragionamenti da pallettaro di fondo campo.

Pietro ci rimane un po’ male: lui un pallettaro da fondo campo? Assolutamente no, era un grande giocatore da sotto rete.

Collegandosi al gioco del tennis lui le spiegò di nuovo che, aprendo e chiudendo gli occhi, lui vedeva la pallina gialla che spariva e ricompariva fino a quando, con la potenza di un cannone, arrivava sul campo avversario facendo un punto, e in quel momento magari lui aveva anche gli occhi chiusi!

Sarah, totalmente spazientita, lo manda a prendere i pop corn, mentre lei va in bagno e lí pensa che se veramente gli uomini sbattessero le ciglia 19 mila volta al giorno, avrebbe significato che il mondo era sempre pronto ad aspettarli, curioso di sapere come si sarebbero comportati e cosa avrebbero fatto.

Poi pensa a Pietro, che effettivamente anche lui, come il mondo, era sempre lì ad aspettarla e a donarsi a lei, come se fosse la prima volta, ad ogni battito di ciglia.

Sarah esce dal bagno e vede Pietro, bellissimo, sbatte le ciglia e lo vede ancora più bello e poi ancora e ancora. Lui era uguale, ma diverso. Allora gli si butta addosso e iniziano a dirsi ‘ti amo’ fino all’infinito, ad ogni battito di ciglia!

La mia interpretazione del racconto è che Pietro ha detto a Sarah quella frase senza dargli molta importanza, ma solamente per dirla; invece Sarah, nel momento in cui ha pensato al significato di quella frase, ha capito molto di più. Ha capito che ogni volta che sbattiamo le ciglia e poi le riapriamo vediamo le stesse cose e lo stesso mondo, ma con qualcosa di diverso, con delle emozioni diverse rispetto a prima. E inoltre credo abbia capito che amava davvero il suo fidanzato, perche lui era sempre lì ad aspettarla ogni volta che chiudeva gli occhi, proprio come faceva il mondo.

Inizialmente non avevo capito molto il significato di questo racconto, il significato delle parole di Sarah, ma poi pensandoci ho provato ad immedesimarmi in Sarah e ho capito che è vero che il mondo sta sempre ad aspettarci, ogni volta che chiudiamo gli occhi.

È una cosa a cui non ho mai pensato di mia spontanea volontà, però sono queste le domande che dovremmo farci: ogni volta che chiudiamo gli occhi cosa succede? Cambia qualcosa? Il mondo cosa fa?